Annunci · Avvisi · Messa di s. Pio V

Andare a Messa il giorno di Natale

Vorrei dare qualche consiglio utile ai fedeli che vogliono andare a Messa nelle nostre chiese e oratori il giorno di Natale, spostandosi da un comune all’altro, nonostante le limitazioni agli spostamenti imposte dall’ultimo DCPM. Ricordo che la libertà di culto è un diritto costituzionale. Invito tutti alla generosità verso il Signore Iddio e ad essere coraggiosi nella professione della fede, che passa anche tramite l’assistenza alla Santa Messa e la ricezione dei sacramenti.

Per avere più chiarezza su quello che si può fare, ho avuto modo di chiedere consiglio ad un avvocato esperto in materia, che mi ha dato alcune “dritte”.

Vi segnalo inoltre il sito della associazione “Iustitia in veritate” [ http://www.iustitiainveritate.org/ ] “Nata come impeto di risposta e reazione difensiva rispetto agli abusi contro il libero esercizio della fede e di culto perpetratisi in occasione della normativa emanata durante il periodo della diffusione del covid-19”.

 

L’avvocato in questione mi ha così risposto

–   Alla domanda “Si può dire che è stato di necessità andare a Messa in latino (poiché non si trova in ogni comune), bisogna comunque fare auto-certifica?”

Non vi è alcuna necessità di dettagliare nella dichiarazione che si tratta di messa tradizionalista, bastando nel caso semplicemente indicare che tale trattasi di motivi di necessità legata ad esigenze di natura spirituale e motivare in tal modo.

Nessuno, tanto meno le forze dell’ordine, ha il titolo o il diritto di sindacare la giustezza delle motivazioni di una persona che necessita (e i motivi di necessità sono salvaguardati – di lavoro o altro – dalla follia del dpcm) di spostarsi e di andare a messa là dove solo la sua necessità può essere esaudita.

 

–   Bisogna comunque fare auto-certifica?

Consiglio di viaggiare con una duplice copia della dichiarazione o almeno fotografare la copia che si dovrà lasciare a loro.

 

–   Se si è verbalizzati dalle forze dell’ordine è vero che non bisogna firmare il verbale?

Se ostinatamente decidono di fare il verbale pretendere (è un obbligo di legge per loro) di rendere le proprie dichiarazioni sulle motivazioni, e meglio non firmare il verbale, non ritirandolo, dunque costringendo l’autorità a notificarlo in un tempo successivo.

Auguro un Santo Natale a tutti voi e alle vostre famiglie. Che il bambino Gesù vi benedica tutti.

 

don Ugolino Giugni

 

RSS
Facebook
Google+
http://www.oratoriosantambrogiombc.it/2020/12/20/andare-a-messa-il-giorno-di-natale/
Twitter